3 preconcetti sull'assistente virtuale e come superarli

3 Preconcetti nei confronti dell’Assistente Virtuale

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Oggi ti svelo 3 preconcetti nei confronti dell’assistente virtuale che mi danno fastidio.

 

Ci sono ancora molte persone che non sanno come lavorare con un assistente virtuale, anzi più spesso, non sanno nemmeno chi sia; a poco a poco però questa figura sta diventando sempre più popolare.

 

Certo, se avessi un euro per ogni volta che qualcuno dice “ora dimmi esattamente cosa fai”, sarei ricca!

Lo scopo di questo articolo è approfondire alcuni aspetti e magari saziare la tua curiosità nei confronti di questo mestiere, ma anche smentire 3 preconcetti nei confronti dell’assistente virtuale.

Esistono 3 preconcetti nei confronti dell’assistente virtuale.

MITO 1: Un’assistente virtuale può gestire le chiamate o eseguire solo le attività di amministrazione di base!

Nonostante ciò che si potrebbe pensare, un’assistente virtuale può fare molto più che rispondere alle e-mail o gestire il call center (anzi, io proprio non lo faccio!). La verità è che la maggior parte delle assistenti virtuali hanno una comprensione completa a 360° del marketing online, della gestione dei social media e dei funnel di vendita in generale. Un’assistente virtuale è molto di più che un’addetta alla segreteria e, a patto che tu riesca a trovare la persona giusta, sarà la collaboratrice che hai sempre sognato!

MITO 2: Un’assistente virtuale può fare tutto!

Hai mai visto un unicorno? No???
Certo, perché gli unicorni sono creature magiche che popolano mondi fantastici … proprio come il fatto che l’assistente virtuale possa fare tutto, è ugualmente mitico. Una persona non può avere tutte le abilità di cui ogni business ha bisogno, è impossibile! La tua AV può lottare per l’eccellenza (e dovrebbe), tuttavia, il problema arriva quando hai aspettative non realistiche per la tua collaborazione lavorativa.

MITO 3: La collaborazione da remoto con è una fregatura!

Questo è uno dei miei preconcetti preferiti! Ho conosciuto potenziali clienti che non avrebbero mai consegnato le loro password ad un’assistente virtuale perché, lavorando da remoto, come possono essere sicuri che non sia una fregatura? Come se fosse 100% affidabile solo la persona in carne ed ossa. Per fortuna è una minoranza delle potenziali clienti che pensano questo. E se la tua paura riguarda la simpatia della tua collaboratrice, la cosiddetta “discovery call” gratuita è fatta apposta per capire se la collaborazione insieme ha senso.

                                                                                            **********
Hai ancora domande su come lavorare con un’AV? Forse hai qualche preconcetto che deve essere smentito? Accetterò la sfida!

Inizia da qui!

Fissa una consulenza GRATUITA e chiedimi come un’assistente virtuale può supportare la tua attività.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.