come superare una giornata no
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Come superare una giornata “NO”?

Capita a tutti di avere una brutta giornata, ma la cosa più importante è saperla affrontare con lo spirito giusto. Oggi, in questo articolo un po’ personale, ti spiego come superare una giornata “no”.

Spero che oggi sia una buona giornata per te, ma in caso contrario, leggi questo post. Vedrai che ti aiuterà a sentirti meglio e ad andare avanti in modo più consapevole e con una maggiore carica per affrontare le mille avversità che la vita ci mette davanti.

Ognuno di noi risponde diversamente alle giornate “no” e cose diverse possono costituire una brutta giornata per persone diverse. Sì può trattare di un problema al lavoro o di un problema personale.

Con questo in mente, ecco come superare una giornata “no”:

#1 Calma e sangue freddo

come affrontare una brutta giornata

 

“A una mente tranquilla l’universo intero si arrende.”

(Chuang-Tzu)

 

 

Hai presente quelle mattine in cui vorresti nasconderti sotto le coperte e svegliarti dopo 1 settimana? Per di più, sai che c’è una lunga lista di cose da fare e ti senti come se non riuscissi a gestire tutto.

La prima cosa è fare un bel respiro e provare a calmarsi. In queste situazioni si tende quasi ad andare in apnea che può contribuire a sentimenti di ansia. Al contrario, fermarsi e respirare profondamente ti aiuta sicuramente a rilassarti e, perché no, io aggiungerei una tazza fumante di ottima tisana aromatizzata, magari ai frutti rossi, calda e avvolgente, e mentre sorseggiamo mettiamo a fuoco la nostra lista.

#2 Fai il primo passo

Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo.
(Lao Tzu)

Inizia con la prima cosa da fare, qualcosa che puoi compiere nel giro di pochi minuti. Magari anche dal compito più piacevole. Vedrai che depennare due, tre cosucce dalla tua to-do list ti darà il senso di soddisfazione e ti aiuterà ad andare avanti.

#3 Rifletti

rifletti durante la tua brutta giornata

 

Ho imparato che non importa cosa accada, o quanto brutto possa sembrare l’oggi, la vita continua, e sarà meglio domani.

(Maya Angelou)

 

 

Una volta che sei calma sia fisicamente che mentalmente puoi riflettere su ciò che è accaduto, in modo da essere preparata per affrontare situazioni simili in futuro. Piuttosto che lamentarti o abbandonarti alla frustrazione, cerca di trovare delle soluzioni e di darti delle risposte a semplici domande tipo:

– Cosa ha causato la tua giornata no?

– C’è qualcosa che puoi fare per evitarlo in futuro? 

Ad esempio, troppo lavoro..? Potresti organizzare meglio il tuo tempo. Stabilire le tue priorità. Inizia a creare sistemi che aiuteranno la tua produttività non solo per ottimizzare il tuo lavoro, ma soprattutto migliorare la tua vita.

Accedi alla mia libreria virtuale e scarica tante checklist gratuite che ho preparato per te:

Come e quando creare sistemi nel tuo business

Risparmia TEMPO e DENARO creando sistemi e processi per il tuo business!

Oppure si tratta di un problema personale?

Puoi parlare con un mentore fidato, una collega, un’amica o una persona che può ascoltarti, farti riflettere e aiutarti ad affrontare il problema. A seconda di ciò che è accaduto, potresti anche fare delle ricerche su Internet per le risorse sull’argomento. A volte leggere di altri che hanno vissuto situazioni simili fornisce ispirazione e consigli, ti può aiutare anche a non farti sentire sola e farti capire che le situazioni più improbabili non capitano solo a te.

Soprattutto, che sperimentare le avversità ti renderà più forte e più saggia. Il tuo successo non è misurato dalla mancanza di errori o sfide, e puoi usare le crisi per migliorare la tua vita in futuro. Pensa a ciò che hai imparato e prova a vedere i tuoi giorni peggiori come parte della tua formazione professionale.

#4 Stacca la spina

Quando un dispositivo, persino il più sofisticato, sì blocca spesso la prima cosa che ci viene in mente è spegnere e riaccendere.

Dopo una giornata terribile, potresti essere tentata di procrastinare al computer, continuare a controllare la posta elettronica per vedere se ci sono altre cose da fare. Ma ad un certo punto, devi lasciare l’ufficio reale o virtuale che sia. Quindi è ora di staccare la spina e premere il pulsante di reset su te stessa.

Se il tuo ufficio è a casa, lascia la stanza e chiudi la porta. Prova a separare il brutto giorno lavorativo dalla tua vita personale. Accendi una candela profumata, ascolta la tua musica preferita, concediti un abbraccio di una persona cara: sono tutte soluzioni che aiutano la tua mente ed il tuo corpo ad abbandonarsi piacevolmente al sano relax.

Un’altra possibilità è uscire letteralmente di casa, camminare, chiamare un’amica per fare due chiacchere sincere, magari sedute ad un tavolino in una bellissima sala da tè.

#5 Rilassati

strategie per una giornata no

 

Rilassati, raccogliti, allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell’indistinto.

(Italo Calvino)

 

Ora che hai staccato la spina, è il momento di ricaricare le batterie in modo da poter affrontare un altro giorno. A questo punto, anche se ti sei calmata, potresti ancora avere dei pensieri e delle ansie che stanno sobbollendo dentro di te, quindi se hai bisogno di parlare con qualcuno di quello che è successo, per favore fallo. Ma assicurati di parlare con qualcuno che ti aiuterà a sentirti meglio e non peggio, e soprattutto che ti possa dare dei consigli sinceri fatti con il cuore.

Concediti un buon pasto sano e nutriente, soprattutto se le sfide del giorno ti hanno impedito di mangiare abbastanza, o peggio, ti hanno portato nella trappola del cibo spazzatura!

Quindi goditi un pasto salutare, magari un calice di vino, e concludi la giornata con un’attività che ti ricarica e ti porta gioia. Ricorda a te stessa che c’è di più nella vita che il lavoro e che ci sono persone che ti vogliono bene, anche se non sei perfetta o sei giù di morale. Fai qualcosa che ti rende felice, ti fa ridere, ti fa vedere la bellezza del mondo e ti dà speranza per il domani.

Come superi le tue giornate “no”? Per favore, condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto.

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.