come delegare con l'outsourcing

Come delegare con l’outsourcing?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Una volta che hai capito il valore della tua TO-DO LIST e del BATCHING, cioè del processo di unire e raggruppare le attività simili per essere più efficienti e più efficaci, potresti, giustamente, chiederti come fare tutte quelle mansioni che non sono fondamentali (o cosiddetti MUST DO), ma che risultano comunque importanti per la gestione del tuo business.

La risposta è semplice: NON LO FAI. Qualcun altro lo fa per conto tuo!

Secondo te, Marco Montemagno fa tutto da solo: risponde alle e-mail, al telefono, prepara il materiale per i suoi video, cura il sito web o pubblica sui social? No! Ma sicuramente uno dei segreti del suo successo è quello di concentrarsi su quello che fa meglio - le cose che solo lui può fare – e DELEGARE il resto a qualcun altro.

Allora, esaminiamo le basi della delega e dell'outsourcing.

In realtà, c’è una differenza tra le due cose."Delegare" si riferisce in genere alla consegna delle attività a qualcun altro nella tua azienda, mentre "l’outsourcing" (tradotto esternalizzazione…brrr, non si può vedere quindi lasciamo outsourcing) in genere significa che hai un contratto con qualcuno fuori dalla tua azienda per gestire compiti specifici. Una sorta di appalto, ok? Per esempio, potresti delegare alla tua assistente di rispondere al telefono o alle e-mail, mentre fai l’outsourcing di un sito internet a un professionista.

Come libera professionista, o solopreneur, probabilmente lavori da sola, quindi farai più outsourcing che delegare. Vuol dire che sarai molto più propensa di “appaltare” il lavoro piuttosto che assumere dipendenti che lavorano per te. In ogni caso, valgono gli stessi principi.

Ecco 5 domande da porsi prima di DELEGARE CON L'OUTSOURCING:

#1 È veramente necessario farlo?
Che cosa succederebbe se NESSUNO facesse questo particolare compito? Ne risentirebbe la credibilità dell'azienda, il profitto o il servizio clienti? Se la risposta è "NO" ad almeno una di queste domande, allora potresti semplicemente cancellare la cosa dalla TO-DO LIST e lasciar perdere.

#2 C’è qualcuno che può farlo altrettanto bene o addirittura meglio di te?

Se è così, allora questa non è la tua competenza fondamentale e dovresti affidarla a qualcun altro. Lascia che gli altri facciano il loro lavoro mentre tu fai il tuo.

#3 Sarà necessario rifarlo ancora?

Se quest’attività è una cosa che devi fare una volta sola (installare un software, creare una pagina su Facebook o impostare un template per la newsletter), non ha senso perdere tempo per imparare a farlo da solo. Lascia che qualcun altro lo faccia per te.

#4 Quanto ti costa l'outsourcing?

Spesso viene sopravvaluta la cifra da spendere per pagare qualcuno a fare un compito che non possiamo o non vogliamo eseguire. Richiedere un preventivo non costa niente. Informati bene prima di considerare l’outsourcing come un’opzione troppo costosa. Potresti rimanere piacevolmente sorpreso come un "esperto" possa gestire quei compiti velocemente e a un prezzo conveniente.

#5 È una cosa che ti piace fare?

Se non ti piace farlo cerca qualcuno, e subito! La vita è troppo breve per trascorrere il tuo tempo facendo attività che detesti. E che tu lo voglia o no, questo si nota nel risultato finale. Perciò, fai quello che ti rende soddisfatto e lascia il resto a qualcun altro.

*******************************************

Molte imprenditrici sono troppo “fai da te” e vogliono mantenere tutto sotto controllo. Ma cercando di fare tutto da sole, in realtà si blocca la crescita del business. Permetti agli altri di aiutarti, concentrandoti sulle cose che aggiungono valore al tuo business. È il modo più veloce per far crescere la tua attività.

Questo è il motivo per cui l'industria dell’assistenza virtuale è in crescita negli ultimi anni. Gli Assistenti Virtuali sono una soluzione ideale per le imprenditrici occupate. Ingaggiando qualcuno che possiede una particolare competenza, ti permette di svolgere i compiti necessari e, contemporaneamente, risparmiare molto tempo, per lavorare meglio e guadagnare di più.

Assistente virtuale (Virtual Assistant in inglese) è una libera professionista che fornisce servizi di assistenza e di supporto amministrativo, tecnico o creativo da remoto.

Chi decide di collaborare con una assistente virtuale ha questi vantaggi:

  • non è responsabile delle tasse relative al personale dipendente, delle assicurazioni o di altri benefici
  • evita i problemi logistici come per esempio fornire un ufficio attrezzato o dei materiali di consumo,
  • paga solo per il tempo di lavoro produttivo.

Concentrati sulle attività che ti garantiscono le entrate ... non quelle che consumano il tempo! Prova a DELEGARE CON L'OUTSOURCING.

Ok, delega ciò che è veramente importante e che ti semplifica la vita!

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.