Come gestire il tempo quando lavori in proprio?

Come gestire il tempo quando lavori in proprio?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Perché dovresti gestire il tempo se hai una tua attività?

“Il tempo è vita e la vita come il tempo non torna mai indietro, quindi inutile sprecarli per chi non lo merita!” (Vera Santoro)

Bene, sono d’accordo, ma aggiungo che è inutile sprecare la vita e il tempo anche nelle attività che non lo meritano.

Come il denaro, il tempo è una risorsa, e come con i soldi, bisogna stare attenti. Se non sei attenta come spendi i tuoi soldi, è facile arrivare alla fine di un mese e chiederti dove caspita è andato tutto?

Allo stesso modo, se non sai gestire il tempo, è facile passare giorni, settimane, mesi e persino anni senza fare alcun reale progresso sulle cose che sono importanti per te.

Ora, più che mai, credo che sia di estrema importanza pianificare il tuo tempo. Le nostre vite sono piene di distrazioni che rendono immensamente facile sprecare minuti e ore preziose, il che potrebbe non sembrare molto in quel momento, ma poi indietro guardando, ci si rende conto della perdita.

Quando si tratta di gestire il tempo, si arriva allo stesso identico principio come per gestire i propri soldi – fare un piano in anticipo e attenersi ad esso.

Come fare un piano per gestire il tempo soprattutto se sei una donna che lavora in proprio?

Potresti pensare che l’idea di gestire il tempo e pianificare le attività sia un po’ ridicola. Ma diresti lo stesso del bilancio dei tuoi soldi? Guarda che il tuo tempo è una risorsa ancora più preziosa dei soldi perché non puoi recuperarlo; una volta passato non torna più!

Se un mese sei poco responsabile con i tuoi soldi, puoi sempre “raddrizzare la nave”, per così dire: puoi ricorrere ad una miriade di strategie per uscire dalla zona rossa e rimettere in ordine le tue finanze.

Purtroppo, la stessa cosa non funziona con il tuo tempo. Se lo sprechi, un giorno, una settimana o un mese … è sparito. (In effetti, suona un pochino drammatico!)

Impara a gestire il tuo tempoi

Ed è questo il motivo per cui dovresti imparare a gestire il tempo.

Ma la domanda è … come?

Torniamo alla nostra analogia che il tempo è il denaro, perché gestire il tempo è abbastanza simile a creare un budget per i tuoi soldi: bisogna confrontare il reddito con le spese, valutare le tue abitudini e gli obiettivi e creare un piano per rendere quei buoni propositi una realtà.

#1 QUANTO TEMPO HAI A DISPOSIZIONE

La maggior parte di noi si lamenta di non avere abbastanza tempo per fare tutte le cose che vorremmo fare, e mentre in alcuni casi potrebbe essere vero, la realtà è che probabilmente abbiamo molto più tempo di quanto pensiamo … semplicemente non lo stiamo spendendo bene.

Ci sono 24 ore in un giorno e 7 giorni in una settimana, il che significa che ogni settimana hai 168 ore di tempo a disposizione!

Certo, a differenza delle tue entrate finanziarie, questa è una quantità completamente non negoziabile. Non riuscirai mai ad avere più ore, in termini numerici. Però, ti posso garantire che semplicemente essendo più consapevole su come utilizzi il tuo tempo, ti sentirai come se ne avessi di più!

#2 QUANTO TEMPO USI?

Quindi tu, come tutti gli altri, hai 168 ore ogni settimana, il che, in realtà, non sono poche, se ci pensi. Quelle ore sono come il tuo reddito, solo che non possono né aumentare né diminuire… Un reddito fisso e democratico, uguale per tutti! Ma come utilizzare queste ore dipende solo da te, esattamente come le tue spese, almeno alcune di esse.

Ci sono quelle attività che non si toccano, come il sonno o il lavoro. E poi ci sono delle attività che non sono una necessità assoluta e hai qualche spazio di manovra – pensa a viaggi, ristoranti, attività ricreative o intrattenimento, e simili.

Per avere un’idea di come spendi il tempo, potresti creare due colonne: una etichettata come “non obbligatorio” e l’altra chiamata “obbligatorio”.

Ora, scrivi tutte le cose che fai o che vorresti fare.

(Naturalmente, la categoria delle attività obbligatorie può assomigliarsi: tutti noi dobbiamo dormire e mangiare, dopo tutto. Mentre probabilmente le attività non obbligatorie appariranno un po’ diverse per ogni persona.)

#3 TRACCIARE IL TEMPO

Una volta che hai determinato quali sono le tue “spese” di tempo obbligatorie e non, è il momento per la parte più difficile: tracciare il modo in cui passi effettivamente il tuo tempo.

Ti consiglio di farlo per una settimana o due, trascorrendo le giornate il più naturalmente possibile in modo da non alterare i risultati. Per farti aiutare puoi utilizzare uno strumento online (Toggl è il mio preferito) o registrare il tuo tempo su un quaderno, un foglio di calcolo o una nota sul telefono, qualunque sia la soluzione migliore per te.

Una volta che hai monitorato il tuo tempo per una settimana o due è il momento di diventare veramente onesta con te stessa – in che modo la gestione del tuo tempo è allineata con i tuoi obiettivi personali e professionali?

Dopo tutto, il modo in cui passi il tuo tempo dice agli altri ciò che apprezzi, ciò che ami e che ti piace fare.

#4 GESTISCI IL TEMPO

Ok, ti avverto, tracciare il tempo e valutare le tue abitudini per la prima volta potrebbe essere come una secchiata di acqua fredda. Hai notato quanto tempo hai sprecato sulle cose che non ti interessano o che, comunque, non combaciano con i tuoi obiettivi? 

È arrivato il momento di cambiare! Vedrai che hai molto più tempo di quanto pensi, vuoi scommettere?

Considera che hai 168 ore da utilizzare ogni settimana. Anche se trascorri 7 o 8 ore a notte dormendo, questo fa da 49 a 56 ore non negoziabili. Poi, togliamo le 30-40 ore lavorative ogni settimana e ti rimangono ancora 72 -89 ore ogni settimana per mangiare, fare esercizio fisico, leggere, stare con gli amici o la famiglia … le possibilità sono letteralmente infinite!

Ho fatto la mia piccola valutazione del tempo pochi mesi fa e mi sono resa conto che se avessi iniziato ad essere più giudiziosa nella gestione del mio tempo, avrei potuto avere 8 ore di sonno, passare 30 ore lavorando ogni settimana, conquistare la mia routine mattutina (che comprende un po’ di ginnastica), la mia routine serale (che include un’ora di lettura) e tutti i miei pasti e mi rimangono ancora 42 ore circa ogni settimana da “spendere” sulle cose a cui tengo: la famiglia, gli amici, leggere , imparare una nuova lingua e altro!

Quando inizi a valutare tutto questo, ti renderai conto che hai molto più tempo di quanto pensi e se iniziassi ad essere più organizzata sulla gestione di tutto quel tempo, potrai realizzare molto più di quanto avresti mai pensato possibile.

E per aiutarti a cominciare, ho creato una libreria virtuale, piena zeppa di utili consigli e checklist che ti aiuteranno a gestire il tempo quando lavori in proprio!

gestione del tempo per freelance

ACCEDI GRATUITAMENTE ALLA LIBRERIA VIRTUALE 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.